Manico
I materiali che vengono utilizzati da Consigli per creare i manici dei suoi coltelli sono nobili e naturali e per questo necessitano di essere trattati con una certa cura e attenzione. Il corno e l'avorio fossile, per esempio, ma anche i legni, temono l'umidità ed il caldo. E'necessario stare attenti a non bagnare i manici e a non lasciarli esposti al sole, altrimenti questi materiali potrebbero spaccarsi. Parlando in senso generale, le escursioni di temperatura possono muovere i materiali, nonostante la cura che Consigli presta nella stagionatura che si effettua prima del montaggio e della lavorazione. Dal punto di vista squisitamente estetico, con il passare del tempo il legno o il corno possono perdere di lucentezza; per ovviare a questo inconveniente sarà sufficiente, nel caso del legno, passare un panno morbido leggermente impregnato d'olio d'oliva o di cera d'api. Il corno, invece, può essere restituito al suo splendore naturale con una buona spazzolatura fatta da mani esperte.

Lama
Le lame tradizionali al carbonio tendono ad annerirsi per un fenomeno naturale di ossidazione, soprattutto se entrano in contatto con acidi o sali ma anche soltanto delle dita. Possono arrivare persino ad arrugginirsi. Si raccomanda di pulire le lame con un panno umido asciugandole con cura e coprendole con un sottilissimo strato d'olio (per esempio olio di vaselina alimentare), L'operazione va ripetuta dopo ogni uso o comunque ogni volta che la lama sia stata toccata. La lama in acciaio inossidabile non è indenne in assoluto da ossidazioni, ma comunque è molto meno bisognosa di cure.

Sarà sufficiente tenerla pulita passando prima un panno umido e poi asciugandola. Non è strettamente necessario passare dell'olio, ma è bene farlo di tanto in tanto. La lama in damasco conserva meglio il suo aspetto cangiante se dopo ogni uso viene pulita con cura e viene di tanto in tanto lubrificata con una sostanza grassa a base di silicone.

Affilatura
L'affilatura è un'operazione molto delicata e soltanto l'intervento di mani esperte garantisce un taglio ottimale e di lunga durata. Le lame Consigli escono dall'officina di Scarperia affilate a regola d'arte ma dopo un certo periodo di utilizzo, si rende necessaria una periodica riaffilatura. Per rinnovare il filo del coltello si può ricorrere ad un buon acciaiuolo, lungo almeno 25 cm e dotato di guardia. Il movimento da compiere è sempre il solito, cioè passare la lama sull’acciaiuolo partendo dall'alto della sua lama e dal tallone della lama del coltello e scendendo verso la guardia. Abbiate cura di conservare un angolatura di 20°, altrimenti rischiate di graffiare la lama. Il gesto va ripetuto alternando ogni lato della lama su ogni lato dell'acciaiuolo. Un metodo alternativo è quello di utilizzare una pietra. Dopo un uso prolungato del coltello e dopo aver ravvivato più volte l'affilatura, diviene però necessario ricorrere alle mani esperte dell'arrotino che con l'ausilio di una mola può ridare alla lama il suo filo originale. Questo risultato sarebbe impossibile da ottenere con il solo ausilio di pietra o acciaiuolo, soprattutto nel caso di lame realizzate con acciaio inossidabile.

Meccanismo
Ogni coltello da tasca prevede un meccanismo che deve essere

lubrificato regolarmente per impedirne l'usura precoce. L'operazione da fare è quella di inserire una goccia d'olio sintetico, a coltello chiuso, tra lama e molla a livello dell'asse della lama. Occorre poi aprire e chiudere la lama asciugando l'eccedenza.

Sodo
I residui della conciatura del cuoio degli astucci e la stessa esposizione all’aria, possono provocare l'ossidazione dei sodi in ottone facendoli diventare opachi. La lucentezza può essere ottenuta di nuovo usando prodotti normalmente in commercio. I coltelli con sodi in acciaio inossidabile non hanno bisogno invece di alcuna manutenzione. I sodi temono i graffi, che possono prodursi facilmente conservandoli assieme ad altri oggetti metallici, come le chiavi.

Garanzia
Tutti i coltelli prodotti dalla famiglia Consigli vengono sottoposti ad un'analisi attenta e a
controlli severi che garantiscono la più alta qualità del prodotto, riducendo al minimo la possibilità di incontrare difetti. Ciononostante, i coltelli Consigli sono garantiti a vita da ogni difetto di fabbricazione che dovesse manifestarsi. In tal caso, dopo aver verificato la correttezza nell'uso fatto del coltello, è prevista la sostituzione gratuita delle parti o dell'intero coltello, se non riparabile, senza alcuna spesa. Nel tempo, invece, si può rendere necessaria la sostituzione di parti usurate. In ogni momento, con il pagamento del costo dell'operazione e delle spese di spedizione, viene garantita la sostituzione dei materiali e l'accurata e precisa rimessa in efficienza del coltello.

InterMEDIA Communications © Online Users: 32

CONAZ Coltellerie dei F.lli Consigli & C. Snc - Via G.Giordani, 20 - 50038 Scarperia S.Piero (FIRENZE) Italia
info@consigliscarperia.com - Tel.: +39 055.846197  Fax: +39 055.846603  P.Iva: 00581730488 - Cookie Policy